Giorgia

Amatevi, Sempre

Amatevi, sempre.

Quando non starete bene, quando qualcuno vi farà credere che il vostro valore sia nullo, amatevi quando il sacrificio della vostra vita pare prendere il sopravvento su di voi.

Amarsi é necessario.

Amarsi é bellissimo.

Giorgia

Io

5 Anni di Mete Onlus

 

É un susseguirsi di incontri, di gente che bussa alla mia porta, tanti per bisogno, tantissimi per condividere il valore amicale. Il 19 febbraio 2020 è un giorno importante, 5 anni fa é stata fondata Mete Onlus.

5 anni di impegno concreto, diffusione della conoscenza, attuazione buone pratiche.

Rendez-vous, progetti, conferenze, aiuto volontario, giustizia sociale.

5 anni di democrazia, pace, libertà e gentilezza.

Non avevo pensato a nulla per onorare questo giorno, sono molto molto stanca, ma una mia amica mi ha portato una torta e delle candeline da spegnere.

Felicità!

Sono grata, sono grata per tutto quello che mi accade.

E se proprio devo dirla tutta, penso alla Medaglia conferitami dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, e provo grande soddisfazione.

Io

 

 

 

Me

Il Cancro? L’Obiettivo è la Vita

 

So di non essere una “malata perfetta”, ma non riesco a stare ferma se non quando é strettamente necessario.

Probabilmente, dalla prossima settimana cambierà qualcosa, dovendo iniziare chemio e radio contemporaneamente, mi attendono mesi di cure. Il cancro è stato mandato via, ma l’indice di proliferazione delle cellule tumorali era altissimo, sicchè, la lotta prosegue. Nessuna paura, l’ho accolta.

Inevitabile per me, pensare di mettere in atto campagne di prevenzione per la lotta al cancro. Quando scopri di esserti ammalata cambi il significante della tua vita, difficilmente ogni cosa sarà come prima.

Ho fatto tante battaglie, questa ha il valore assoluto dell’esistenza.

Non mi fermerò mai, sono assetata di giustizia ed amore sociale.

Me
Io

Pace, Speranza e Solidarietà

Dalla Sicilia, giunga un messaggio di pace, rinascita, solidarietá e speranza.

Vi Auguro, che ogni vostro desiderio possa realizzarsi, che ogni speranza non sia mai sperduta, e che la giustizia sociale faccia sempre parte della vostra Vita.

 

Io

 

 

 

Ritratto

Pour le Monde

 

Per Me.
Per le donne iraniane.
Per le donne della mia città.
Per le donne costrette a vivere nei Campi di Tindouf in Algeria.
Per le donne migranti.
Per le spose bambine.
Per le donne africane, che amo come fossero sorelle.

Per la libertà del mondo.

Per tutti i bambini e le bambine dell’universo.

Ritratto

Luce

E Luce Sia!

 

Sono rinata, ancora una volta.

Ho vinto una sfida importante, oltre ad avere rimosso il cancro, ho acquisito una nuova e più solida consapevolezza della mia esistenza.

E succede, che ti innamori di più della vita.

Ho ricevuto così tanto affetto da ogni parte del mondo, da ubriacarmi di felicità.

Ringrazio il Professore Vito Chiantera, ed il reparto di oncologia dell’Ospedale Civico di Palermo per avermi condotta alla guarigione.

Ringrazio Maria Teresa Strano, per essere stata (entrambe le volte) il mio angelo custode in sala operatoria.

Ringrazio Silvia Chieppa per avermi regalato il metodo divertente per affrontare la brutta malattia. Ma quanta profondità e saggezza in questo metodo, solo Dio lo sa.

Silvietta, mi ha anche regalato il mio sole quando io ho la mia luna: Tiziana Ciacciofera Triolo.

Sempre, la mia Famiglia.

Ho avuto tanta paura, ho sopportato dolori difficilmente narrabili, ma non ho mai smesso di credere al dono della mia vita.

 

Con amore,
Giorgia

 

Vivo d’Amore, e Brindo alla Vita

L’altro giorno, dopo aver letto un articolo sul Corriere mi sono resa conto che non bisogna aver paura, o nascondere la verità.

Capita, e purtroppo capita a tante.

Grazie alla prevenzione, senza aver alcun sintomo, o sospetto, mi sono trovata catapultata in una dimensione concreta, per nulla immaginabile: ho il cancro.

Il cancro è oltre me, dedicherò ogni energia a curarmi, senza dimenticare la pienezza della mia esistenza fatta di colori, impegni, passione, allegria ed amore per il prossimo.

 

IO (1)

“Woman’s Freedom Iran”

Mete Onlus, Associazione basata in Italia e presieduta dall’Advocacy Giorgia Butera, impegnata nell’alto tema dei diritti umani internazionali, nella mediazione socioculturale tra i popoli e nella affermazione dei principi civili, democratici e liberali ha deciso di impegnarsi in una Campagna per la Giustizia a tutela della libertà di ogni donna iraniana.

Nasce così “Woman’s Freedom Iran”.

Saranno diverse le azioni condotte utili alla diffusione della conoscenza, alla necessità ineludibile di far valere, da parte delle donne, la propria giustizia sociale un Paese dove la negazione dei diritti umani è di enorme rilevanza.

“Per noi – afferma la Butera – è importante svolgere azioni capillari, intervenendo in più contesti, ed è per questo che abbiamo già avviato diversi rapporti istituzionali, anche a livello internazionale. L’idea di sostenere le donne iraniane nasce in seguito ad una lettera ricevuta da parte del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale – Direzione Generale per gli Affari Politici e di Sicurezza Ufficio IX – su indicazione della Presidenza della Repubblica Italiana, rispondendo ad una mia comunicazione relativa alla grave situazione riguardante l’avvocatessa iraniana Nasrin Sotoudeh. Abbiamo ritenuto naturale proseguire il nostro interesse, e sostenere la libertà di queste donne. È previsto il coinvolgimento del mondo sportivo, ricordando che alle donne in Iran è negato l’accesso negli stadi, ma anche quello socio-sanitario grazie alla collaborazione del dottor Salvo Ferranti, e della dottoressa Angela Margiotta (Presidente Associazione Farmaciste Insieme) – conclude la Presidente.

Mete Onlus ha già fatto richiesta al Sindaco di Palermo, il Professor Leoluca Orlando, ed all’Assessore alle Culture del Comune di Palermo, il Dottor Adham Darawsha perché venga conferita la cittadinanza onoraria a Nasrin Sotoudeh.

L’ Avv. Francesco Leone, Partner della campagna e Presidente dell’Associazione Giuristi Siciliani, è da anni a fianco di Mete Onlus per le diverse battaglie portate avanti. L’Avvocato, che ha deciso di intensificare il suo impegno proponendosi come promotore e legal advisor dell’intero progetto, afferma: “L’impegno, congiunto con la Presidente Butera, per il conferimento della cittadinanza onoraria a Nasrin, è solo una delle tappe di questa ambiziosa lotta di civiltà che vede la mia collega iraniana come paradigma significativo fra tanti altri più silenziosi, ma non meno importanti. A partire da qui, per dare visibilità a chi non ne ha, difendere la democrazia e l’uguaglianza sociale, darò anche vita ad una fondazione, che oltre la burocrazia possa davvero aiutare chi ne ha più bisogno”.

La consulente della Campagna è la giornalista e scrittrice Tiziana Ciavardini, sapiente conoscitrice dell’Iran.

Il manifesto mostra una donna iraniana con l’hijab rosso; il rosso è il colore del melograno simbolo dell’Iran, ma anche il colore della disobbedienza, dell’amore e del coraggio.

3

 

 

 

 

 

 

Mythos

I Bambini, in Scena al Mithos Opera Festival

 

Grazie alla collaborazione con il Mythos Opera Festival, sono molto felice dell’opportunità che sto offrendo a tanti dei bambini seguiti da Mete Onlus (l’Associazione da presieduta), i quali avranno la possibilità di esibirsi come comparse nelle Opere del Festival, grazie alla direzione artistica di Nino Strano.

Sono felice del mio impegno; tutela è anche crescita culturale, è arricchimento dell’intelletto, conoscenza del sapere.

Ma non soltanto i bambini.

Vogliamo considerare quanto siano rivitalizzanti per le mamme, tutte le attività che conducono allo svago ed al nutrimento dell’anima?

Per me la bellezza (e la fortuna) è quella di essere cresciuta in in un contesto socio-culturale fatto di arte, musica e spettacolo.

La fierezza, invece, è quella di essere stata incaricata produttrice di direzione del MOF per la Città di Palermo.

Mythos

Bambini

Noi vogliamo un Mondo di Pace

Nelle due giornate, organizzate a Palazzo dei Normanni (28/29 giugno 2019) in occasione della manifestazione: “I Bambini, Tesoro dell’Umanità” abbiamo raccontato, analizzato, diffuso conoscenza e diritti. I Bambini del mondo sono stati i protagonisti assoluti, siamo partiti dalla guerra per concludere con una festa multiculturale allegrissima.
Ringrazio chi ci ha ospitati, merito assoluto lo devo alla Fondazione Federico II ed al suo Direttore, Patrizia Monterosso.

 

Noi vogliamo un Mondo di Pace.

Bambini