“Incontri sull’Educazione al Rispetto della Dignità Umana”

Il Progetto formativo si occupa di focalizzare i diversi aspetti delle dinamiche relazionali vissute all’interno della Comunità/Società, ponendo l’accento su Educazione al Rispetto della Dignità Umana, Educazione Sessuale, Educazione Sentimentale ed all’Affettività, Discriminazione, Accoglienza, Parola, Identità Digitale.

Stiamo vivendo un’epoca caratterizzata dalla negazione dei Diritti dell’Uomo. Si è perso, persino, l’uso della parola. Un tempo ci si amava attraverso le parole e si riusciva a comunicare, “dire” era come “fare” il giuramento della gentilezza. Ciò che sta venendo meno è l’educazione sentimentale, quel filo conduttore dell’anima che consente di vivere in uno stato di equilibrio verso gli altri, ma soprattutto verso se stessi. Dall’educazione sentimentale passiamo all’educazione sessuale. Il mondo attuale si è fracassato per aver perso ogni piacevolezza sessuale, nel nome della sessualità si fanno abusi, nel nome della sessualità si uccide. Dimenticando che condividere l’intimità dello stare insieme restituisce a ciascuno di noi la gratificazione emozionale; l’umanità si sta perdendo in reticoli privi di educazione e rispetto. E poi, l’Accoglienza. Noi evitiamo di accogliere l’Altro generalizzante, sol perché lo riteniamo essere diverso da Noi.

Il progetto ha l’obiettivo di diffondere la consapevolezza cheEducare è la scelta di costruire coerenza tra la coscienza e le azioni”, colmando il gap della dimensione dell’individuo centralizzato in se stesso, non considerando che la Dignità Umana è correlata all’esistenza altrui come massima espressione della libertà. Quanto più uno è chiuso nella sua soggettività naturale, abbandonato ai propri istinti o bloccato nei propri interessi, tanto più sarà distante dal proprio sé. Ulteriore obiettivo è restituire la dignità di genere, partendo da criteri di sostegno e tutela in relazione alla crescita naturale dei bambini.

Destinatari: Scuole, enti pubblici, Istituzioni, organizzazioni private, libere associazioni. Ed altro.

Target: Il target previsto è molto ampio, dai bambini (partendo dalla età di 8/9 anni) sino alla fascia generazionale adulta. Gli incontri possono realizzarsi all’interno delle scuole di ogni ordine e grado, partendo dalla IV elementare.

Gli incontri per la fascia generazionale adulta si manifestano in: seminari di studio, partecipazione a conferenze istituzionali; formazione agli insegnanti, educatori, operatori sociali; giornate aperte alla cittadinanza.

Nota: Gli Incontri sono aperti a chiunque. E’ importante avere la disponibilità all’ascolto ed al confronto dialettico e dialogico. Lo spirito di gruppo è alla base della coesione sociale. Gli incontri possono anche svolgersi individualmente.

Modalità Operative: Gli incontri educativi possono svolgersi in una unica giornata per la durata di 4 ore, o suddivisi in due giornate per la durata di due ore ciascuna. All’interno delle scuole è preferibile che gli incontri si svolgano in unico modulo durante la stessa giornata, per la durata di tre ore.

Strumenti e Supporti: Autobiografia narrativa, Audiovisivo, Ricerca Testuale, Narrazione per Immagini.

Risorse Umane: Gli Incontri Educativi sono ideati e condotti da Giorgia Butera

IO